Bando di concorso 2018

 Bando 2018
“I libri-gioco si fanno con le macchine”

Seconda edizione

Borse di studio

L’Associazione Ts’ai Lun 105 bandisce per l’anno 2018 il concorso “I libri-gioco
si fanno con le macchine” per due borse di studio finalizzate alla diffusione della propria attività istituzionale, in particolare quella di incentivare la conoscenza delle tecniche di produzione dei libri-gioco.

Destinatari

Le borse di studio sono destinate a tutti coloro che:
– abbiano un’età compresa fra i 22 anni (compiuti) e i 30 anni (non ancora compiuti) alla data del 15 maggio 2018
– siano residenti in Italia
– abbiano conseguito o stiano conseguendo una laurea triennale o quinquennale ad indirizzo artistico o tecnico oppure abbiano frequentato o stiano frequentando un corso attivato da istituzioni legate all’editoria oppure abbiano conseguito un diploma in ambiti coerenti con le finalità della borsa di studio.
Editori, tipografi, stampatori o altre realtà professionali che operino nell’ambito dell’editoria sono invitati a segnalare all’Associazione Ts’ai Lun 105 i soggetti che a loro avviso dimostrino nella pratica di avere i requisiti richiesti per partecipare al bando.

Scopi

Le borse di studio hanno lo scopo formativo di promuovere la conoscenza delle tecniche di produzione dei libri-gioco destinati alla primissima infanzia.
La peculiarità di questi prodotti di confine fra libro e gioco è quella di essere realizzati quasi esclusivamente in cartone e di contenere fustellature, piegature ed incastri, tutti ottenuti con macchine ad alta tecnologia cartotecnica. In tali prodotti la funzione del cartone non è solo quella di un supporto su cui stampare parole e immagini, ma anche quella di comunicare messaggi conoscitivi da esplorare con gli occhi, le mani, la bocca e il corpo.
Per riuscire a realizzare questi prodotti complessi e favorire una maggiore varietà progettuale è importante appropriarsi di competenze tecniche specifiche di cui si sente molto la mancanza, soprattutto in Italia, in questi ultimi anni.

Caratteristiche

Le borse di studio consistono in un contributo economico pari a € 5.000,00 lordi ciascuna per lo svolgimento di uno stage formativo e lavorativo di due settimane presso la Cartotecnica Montebello S.p.A. di Sarégo (VI), leader europeo nel settore. Il programma didattico dello stage è pubblicato sul sito www.libri-gioco.it.
Il contributo verrà versato in due tranche: la prima (€ 2.500,00 lordi) verrà versata all’inizio dello stage, la seconda (€ 2.500,00 lordi) a conclusione del percorso formativo e sarà vincolata alla positiva valutazione della commissione di selezione.

Modalità di partecipazione

Le domande di ammissione al bando dovranno essere presentate esclusivamente on-line entro il 15 maggio 2018 utilizzando unicamente i moduli disponibili sul sito http://www.libri-gioco.it/modulo-partecipazione/, corredati della documentazione richiesta.
La commissione di selezione potrà richiedere ai candidati e alle candidate ulteriori informazioni sul loro percorso formativo, visionare dei loro lavori ed anche incontrarli personalmente, qualora lo ritenesse utile.
La commissione comunicherà i nominativi dei candidati e delle candidate prescelti per le due borse di studio entro il 30 settembre 2018.

Svolgimento dello stage e attività dei borsisti

Lo stage si svolgerà a gennaio del 2019; il periodo esatto sarà comunque concordato fra la commissione di selezione, i due borsisti e i funzionari della Cartotecnica Montebello S.p.A.
Durante lo stage (esclusivamente nelle ore lavorative diurne) i borsisti saranno assistiti da personale specializzato dello staff dello stabilimento che li accompagnerà dando loro le spiegazioni teoriche essenziali per appropriarsi delle competenze indispensabili a chi debba intervenire nel complesso passaggio tecnico che trasforma il progetto- libro in prodotto industriale.
Questo passaggio prevede competenze di stampa (sia della carta che del cartone) ma soprattutto la conoscenza delle macchine coinvolte nel processo di trasformazione del progetto in prodotto: fustellatrici, sia manuali che automatiche, cordonatrici, piegatrici, raccoglitrici, incollatrici, spiralatrici, oltre a tutte le opportunità fornite dalla tecnica digitale e dalle sue applicazioni quali laser, stampa a 3D, ecc.
Il soggiorno prevede anche la visita accompagnata a un fustellificio e a un fustellatore ubicati in zona.

Commissione di selezione e di valutazione

La selezione dei due destinatari delle borse di studio per il 2018 sarà curata da una commissione costituita da:
• Emanuela Bussolati, progettista e autrice di libri-gioco
• Domenico Caputo, presidente della Cartotecnica Montebello S.p.A.
• Loredana Farina, presidente della Associazione Ts’ai Lun 105
• Luisa Finocchi, direttrice della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori di
Milano
• Andreina Speciale, responsabile della produzione della casa editrice Il Castoro

Valutazione dello stage

Alla fine dello stage, a ognuno dei candidati verrà affidato un prototipo di libro-gioco. Entro i successivi due mesi i borsisti dovranno redigere e consegnare una scheda tecnica relativa alla realizzazione sia del prototipo assegnato che di un altro prototipo da loro liberamente progettato. Le schede di entrambi i prototipi dovranno essere complete dei dettagli relativi a tutte le fasi di lavorazione (messa in macchina, stampa, assemblaggio, rifinitura completa) che trasformano il progetto-libro in prodotto-libro destinato al mercato.
Attraverso le schede tecniche i borsisti dovranno dimostrare di aver recepito l’esperienza fatta presso la Cartotecnica Montebello S.p.A., muovendo i primi passi verso un processo più consapevole di produzione dei libri-gioco.
Soltanto dopo la positiva valutazione della commissione di selezione, che si sarà avvalsa anche del parere degli esperti della Cartotecnica che hanno affiancato i borsisti durante lo stage presso lo stabilimento, entro un mese dalla consegna delle schede tecniche, verrà versata ai borsisti la seconda tranche della borsa di studio, quale incentivo a continuare liberamente la ricerca in questo ambito e come incoraggiamento alla sperimentazione e all’applicazione delle conoscenze acquisite.